Notizie

Vendita di vino bianco

vendita di vino bianco

Scopri i segreti legati alla nostra vendita di vino bianco, tra tradizione e qualità.

Dedichiamo la massima attenzione alla produzione ecosostenibile dei nostri prodotti enologici e oggi vogliamo parlarti dei nostri vini bianchi salentini, una selezione di vini pugliesi di ottima qualità.

Parliamo di una tradizione millenaria: pensa che si racconta che i vini bianchi siano sulle tavole da circa 2.500 anni.

Normalmente è un tipo di bevanda che si accosta squisitamente a pietanze leggere, aperitivi e piatti di pesce, ma nel caso di dolci passiti, anche a dolci di mandorle e miele.

Pensa che secondo uno studio del 2015, assumere il vino bianco fa anche bene al cuore e ai reni.

Il merito è di una sostanza presente nell’uva, l’acido caffeico, anche se assunta in piccole dosi.

 

Ti è capitato di avere forti mal di testa dopo aver bevuto il vino bianco?

Questo succede soprattutto nei vini di bassa qualità, quando viene aggiunta una forte dose di solfiti e il vino viene trattato molto per coprirne le imperfezioni.

Una cosa che non accade con i vini Melillo, perché scegliamo i nostri grappoli uno ad uno, tramite raccolta manuale ad opera dei nostri tecnici e supervisionata direttamente, cosa che ancora poche aziende agricole fanno. Si tratta infatti di un processo più lungo e costoso, ma che ci permette di garantirti la massima qualità del vino già a monte, nella selezione.

Questo vuol dire anche che non ci sarà bisogno di fare troppe magie in fase di lavorazione, perché il frutto è già ottimo in partenza, coltivato con le migliori tecniche rispettose dell’ambiente, come il sovescio (leggi qui il nostro articolo sul sovescio) senza l’utilizzo di chimici e pesticidi e con fertilizzanti organici.

 

Come funziona la produzione per la vendita di vino bianco Melillo?

Per i vini bianchi l’uva arriva nella tramoggia e subito viene separata la parte liquida da quella solida. Oggi normalmente si illimpidiscono i mosti e si fanno fermentare i mosti puliti, con poche particelle sospese. Questo permette ai lieviti di tirar fuori il meglio dal succo dell’uva, senza influenze esterne e una carica di lieviti alcoligeni molto bassa. Il mosto ottenuto chiarificato viene inoculato e portato a basse temperature (normalmente fermentano intorno ai 10-12°). Segue a questo punto un processo fermentativo, la fermentazione idroalcolica.

Attenzione: al contrario dei vini rossi, per i bianchi non si va a fare la fermentazione malolattica (o secondaria). Considera infatti che l’acido malico invece del lattico è più spigoloso, più aspro, più fresco, come quando mangiamo una mela verde; l’acido lattico è invece è accostabile al burro, a un qualcosa di più morbido, più dolce.

Quindi nei bianchi e nei rosati si fa in modo che la fermentazione malolattica non avvenga, per garantire la freschezza tipica del buon vino bianco (o rosato). Una volta terminata la fermentazione idroalcolica, il vino viene lasciato affinare con il feccino nobile durante il periodo invernale con ripetuti batonage in modo tale che si stabilizzarsi per poi andare in bottiglia.

Qual è la nostra offerta di vini bianchi pugliesi?

Scopri la vendita di vini bianchi Melillo: da sapori più delicati come il nostro Mèa a quelli più decisi come il Licabetto, frizzanti come il nostro spumante Tagliavanti Extra Dry o dolci come il passito Doride.

“Doride” – IGT Salento Bianco Passito
“Licabetto” – IGT Salento Chardonnay Bianco
“Mèa” – IGT Salento Francavidda Bianco
“Tagliavanti” – IGT Salento Bianco
“Tagliavanti Extra Dry” – IGT Salento Bianco Spumante
“Tagliavanti Brut” – IGT Salento Bianco Spumante

 

Vuoi scoprire il vino Melillo che più ti rappresenta? Fai il quiz!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Al prossimo calice!

La famiglia Melillo

 

Lascia un commento